infezioni orecchio

Capire i diversi tipi di infezioni dell’orecchio

1 Febbraio 2024

Introduzione

Le infezioni dell’orecchio sono un disturbo comune, soprattutto nei bambini.

Molti di noi ricordano quella dolorosa sensazione di ostruzione nell’infanzia, spesso associata a un farmaco rosa dal gusto simile alla gomma da masticare.

La maggior parte dei bambini manifesta almeno un’infezione dell’orecchio entro il terzo anno d’età.

Tipi di infezioni dell’orecchio

L’orecchio è costituito da tre parti: esterna, media e interna.

Tutte e tre le parti possono andare incontro a infezioni, ma i sintomi e il trattamento variano a seconda della parte dell’orecchio interessata.

Orecchio esterno

Le infezioni dell’orecchio esterno sono caratterizzate da gonfiore, arrossamento, dolore, perdita dell’udito e secrezioni.

Queste infezioni sono spesso causate dalla combinazione dell’utilizzo di batuffoli di cotone e di esposizione all’acqua.

Orecchio medio

Le infezioni dell’orecchio medio, molto comuni, sono tipicamente causate da un drenaggio improprio della tromba di Eustachio di un bambino.

I sintomi includono febbre, perdita dell’udito, arrossamento del timpano e dolore.

Orecchio interno

Nell’orecchio interno, le infezioni possono interessare la coclea e i canali dell’equilibrio.

Oltre alla perdita dell’udito, si possono verificare vertigini estreme che possono durare anche per diversi giorni ed associarsi a sintomi di nausea e vomito.

Trattamento delle infezioni dell’orecchio

Non tutte le infezioni dell’orecchio richiedono antibiotici orali.

Le infezioni dell’orecchio esterno richiedono una pulizia accurata dell’orecchio e un antibiotico ad uso topico.

Le infezioni dell’orecchio medio di solito richiedono la somministrazione di antibiotici orali.

Se il liquido persiste, può portare a una serie di infezioni ricorrenti, nel qual caso il medico può cercare altri trattamenti.

Fattori di rischio

Alcuni bambini sono più inclini di altri alle infezioni dell’orecchio.

Il liquido persistente nell’orecchio medio di un bambino è spesso il segno che la tromba di Eustachio non sta drenando correttamente.

Nei bambini più piccoli, la tromba di Eustachio non è completamente sviluppata, il che può portare al fatto che il liquido rimane intrappolato nell’orecchio.

Questo liquido persistente può portare a un ripetersi continuo di infezioni e una perdita dell’udito, che possono influenzare il linguaggio e tutte le altre tappe dello sviluppo nei bambini piccoli.

Interventi chirurgici

In alcuni casi, i medici possono raccomandare un drenaggio transtimpanico, un intervento chirurgico minore che prevede una piccola incisione sul timpano per rimuovere eventuale liquido persistente e il posizionamento di un tubicino nel timpano che aiuta a prevenire il ritorno del liquido.

Se il liquido persiste per oltre tre mesi, è consigliabile sottoporre il bambino ad un audiogramma per documentare il proprio udito, sempre sotto la cura e la supervisione di un otorinolaringoiatra.

Se si verificano quattro infezioni dell’orecchio in sei mesi o sei episodi in un anno, è necessario un controllo da parte dell’otorinolaringoiatra per riesaminare il posizionamento del tubicino.

Pulizia delle orecchie

Le orecchie sono autopulenti.

Un detto popolare recita: “Niente di più piccolo del gomito dovrebbe entrare nell’orecchio”.

Questa è una regola generale particolarmente valida per i batuffoli di cotone, che non sono adatti per le orecchie, soprattutto dopo essere stati bagnati.

È sconsigliato l’utilizzo delle candele per le orecchie, in quanto sono pericolose, inutili e non hanno alcuna efficacia comprovata. 

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo Precedente

Guida pratica per l’assistenza alle persone affette da demenza

rems
Articolo successivo

Residenza per l’Esecuzione delle Misure di Sicurezza (REMS)