Ultimo Aggiornamento:
auto-abbandono

L’auto-abbandono negli anziani

Arrivati ad un certo punto della loro vita alcuni anziani non si prendono più cura di sé stessi.

Possono non proccurarsi il cibo, i farmaci e altre necessità essenziale e possono ignorare l’igiene personale.

Questa problematica viene definita auto-abbandono.

L’auto-abbandono è più probabile negli anziani che:

  • Vivono da soli o che tendono ad isolarsi
  • Hanno un qualche disturbo che altera la memoria o la capacità di giudizio (come l’Alzheimer)
  • Soffrono di diversi disturbi cronici
  • Fanno abuso di sostanza
  • Soffrono di depressione grave

Tuttavia, in alcuni casi, non hanno alcuna patologia medica e in questi casi il motivo per cui queste persone tendono a trascurarsi ancora non è chiaro.

Tendenzialmente, quindi, gli anziani possono trascurarsi non curando la propria igiene personale, non lavando gli indumenti, non pagando le utenze o mangiando troppo poco e diventando così malnutrite e disidratate.

Potrebbero non farsi visitare da un medico quando hanno problemi di salute anche gravi che potrebbero mettere in pericolo la loro vita.

O se si fanno visitare, potrebbero poi rifiutare le cure, non assumere i farmaci che vengono prescritti o saltare le visite di controllo.

La loro abitazione potrebbe essere sporca, pericolante o infestata da animali o parassiti.

A volte l’auto-abbandono mettere in serio rischio anche la salute pubblica, come ad esempio, quando il comportamento dell’anziano può aumentare il rischio di incendi o di esplosioni dovute al gas.

La distinzione tra l’auto-abbandono e il diritto all’autonomia e alla privacy possono essere molto difficili da capire per chi, come i famigliari o gli operatori sanitari, sta accanto a queste persone.

Gli anziani potrebbero compiere delle scelte consapevoli.

Potrebbero semplicemente aver deciso di vivere in un modo che altre persone trovano indesiderabile.

Spesso, un assistente sociale si può trovare nella posizione migliore per poter stabile una distinzione simile e può intervenire in base alle segnalazioni di amici e familiari.

Se si ritiene che sia necessario una qualche forma di intervento, l’aiuto può essere dato anche con una semplice telefonata.

Già contattare il medico di base dell’anziano può essere un buon modo di iniziare.

Inoltre, in ogni comune dovrebbe essere attivo uno sportello dedicato a questa tipologia di problematiche ed inoltre esistono anche molte associazioni che possono essere di aiuto in simili situazioni.